Anno 1999-2009

Progetto finanziato dal 2° Piano territoriale cittadino legge 285/97 e affidato al Melograno dal Comune di Roma, Dipartimento XVI – Politiche Educative, Scolastiche, della Famiglia e della Gioventù.

Il Progetto nasce dall’esigenza di trovare nuove forme di intervento per la prevenzione e la riduzione di problematiche psicologiche e relazionali in età evolutiva. L’accento è stato posto pertanto sul primo anno di vita, essendo ormai dimostrato che le modalità delle prime relazioni che il neonato stabilisce con le figure genitoriali influenzano le sue capacità interattive, le competenze cognitive, il senso di identità, la vita affettiva ed emozionale.
Il progetto è finalizzato a ridurre la prevalenza del disagio sociale e psicologico nella popolazione infantile ad alto rischio, con i seguenti obiettivi:
1. Favorire i processi di attaccamento nella relazione madre-bambino nel primo anno di vita
2. Aiutare il nucleo familiare ad utilizzare risorse sociali e sanitarie disponibili sul territorio.

Prevede interventi domiciliari, gratuiti, di sostegno, ascolto e aiuto pratico nel primo anno di vita del bambino, in situazioni di particolare difficoltà. Un’operatrice qualificata affianca la mamma, due volte a settimana nei primi sei mesi e una volta a settimana nei successivi sei